COMMENTI

 

La discussione completa del tema del debito pubblico dovrebbe entrare in dettagli di grande complessità, che non modificherebbero significativamente le prospettive della questione e difficilmente potrebbero interessare il lettore ordinario.

Qui interessa soprattutto raccogliere l’opinione delle persone comuni, non specializzate in economia, quelle che sono quotidianamente alle prese con i problemi reali e sono sottoposte all’arbitrio e talvolta alle follie del Potere, ma hanno conservato l’indipendenza e la freschezza necessarie ai ragionamenti logici.

Uno dei rischi più grandi è legato alla natura umana in generale, ed all’italianità in particolare: gli uomini invocano le novità, e poi hanno paura dell’innovazione; ma non saranno le novità senza innovazione a risolvere i loro problemi.

 

Se siete d’accordo con questa soluzione, sostenetela, scrivendo una e-mail a consenso@debitopubblico.eu ed esprimendo i vostri commenti e le vostre eventuali perplessità, possibilmente non oltre le 150 parole; indicate come oggetto “Debito Pubblico 1”.

Se le idee alle quali avrete accennato sono importanti, vi verrà chiesto un ulteriore contributo su scala maggiore il quale, con il vostro permesso, potrebbe essere pubblicato in una apposita sezione del sito.

Adoperatevi comunque, nell’interesse comune, a diffondere la conoscenza di questa pagina, e dell’intero sito, perché i problemi reali debbo essere discussi realisticamente.

 

Se dissentite sostanzialmente, “cliccate” scrivendo una e-mail a dissenso@debitopubblico.eu, indicando il medesimo oggetto e che cosa, a vostro avviso, non va bene nella proposta o nell’argomentazione.

Ma adoperatevi in ogni caso a diffondere la conoscenza di questa pagina, perché è vitale che questi problemi siano discussi: non dimenticate che la politica attuale non ha soluzioni di sorta e si limita, con danno universale, a prendere tempo.

 

MDP, 06-12-2011 --- 18-01-2012:01:59 Umt